L'Argentina di origine italiana

IN EVIDENZA

Oggi pomeriggio alla Trevisana la firma per i candidati del MAIE

Ad accoglierli alla Trevisana, l’on. Ricardo Merlo e i principali dirigenti del movimento.

LEGGI TUTTO

Iniziata la campagna per le elezioni del 4 marzo. In palio sei posti nel Parlamento italiano per rappresentare gli italiani dell’America Meridionale

Sarà la quarta elezione alla quale parteciperemo per eleggere i nostri deputati e senatori, dopo quelle del 2006, 2008 e 2013. Nella linea di partenza i grandi protagonisti delle precedenti tornate elettorali: MAIE e PD, ma anche l’USEI, presente anche nelle altre elezioni. E poi le novità di questa volta. Una lista civica associativa che ha già confermato la sua partecipazione e le incognite su cosa faranno il centrodestra, i fuoriusciti dei dem che hanno creato LEU, e inoltre il Movimento 5 Stelle che in Italia potrebbe arrivare primo.

LEGGI TUTTO

Leonardo Schifani : Essere presente è il mio compito più importante

Il Vice Console Onorario in Zarate traccia un bilancio a tre anni dal suo insediamento. Una attività improntata alla professionalità senza tralasciare i rapporti personali. Il rapporto con le associazioni, le imprese e le autorità locali. Si candiderà alle prossime elezioni.

LEGGI TUTTO

#Dante2018, la Commedia star del nuovo anno in Argentina

Proposta dallo scrittore argentino Pablo Maurette, dal primo giorno dell’anno migliaia di persone in Argentina e nell’America latina, a anche in altre zone del mondo, leggono un canto della Divina Commedia e postano su twitter eventuali commenti. Un elaborazione collettiva che durerà cento giorni, tanti quanti i canti del capolavoro del Sommo Poeta.

LEGGI TUTTO

El COMITES de Buenos Aires y FEDIBA repudian las expresiones del diputado Tailhade y de la senadora Cristina Fernández de Kirchner

Los órganos de representación de la colectividad italiana de Buenos Aires rechazan por agraviantes, xenófobas y discriminatorias las referencias de ambos parlamentarios de Unidad Ciudadana sobre los italianos de Calabria, Sicilia y el sur de Italia en general.

LEGGI TUTTO

Mattarella ha sciolto le Camere. Il 4 marzo gli italiani andranno alle urne.

Come era stato previsto dopo l’approvazione della legge di Bilancio, e dopo la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, giovedì scorso il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo aver sentito i Presidenti dei due rami del Parlamento, come prevede dall'articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, che è stato controfirmato dal premier. Subito dopo, il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti, si è recato dai Presidenti Grasso e Boldrini per comunicare il provvedimento di scioglimento delle Camere. Successivamente il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto di indizione della data delle elezioni il 4 marzo, decreto poi controfirmato del presidente Mattarella.

LEGGI TUTTO
Altre notizie