Siamo oltre 1.000.000 i cittadini  italiani residenti in Argentina

L’ambasciatore Giuseppe Manzo ha annunciato il superamento della soglia del milione durante la riunione InterComites che si è tenuta a Bahía Blanca. “È un dato che impressiona, ma che stimola ancora di più i nostri consolati a proseguire nel loro eccezionale impegno a servizio dei connazionali”, ha detto Manzo. L’Argentina si conferma il Paese con il più alto numero di italiani residenti fuori d’Italia. 

La comunità di italiani in Argentina si conferma la più numerosa al mondo e supera ufficialmente il numero di un milione di residenti. È quanto emerso nella conferenza InterComites dell’ Argentina, riuniti a Bahia Blanca per discutere i temi più vicini ai connazionali residenti nel paese sud americano.
“È un dato che impressiona, ma che stimola ancora di più i nostri consolati a proseguire nel loro eccezionale impegno a servizio dei connazionali”: l’ambasciatore italiano in Argentina Giuseppe Manzo è intervenuto alla riunione per assicurare l’impegno del Ministero degli Esteri e di tutte le istituzioni verso la comunità italiana in Argentina.
L’aumento di oltre il 10 per cento nel numero di passaporti rilasciati; l’apertura di un ufficio per assistere ad Usuhaia la comunità italiana più a sud del mondo; funzionari “itineranti” per portare i servizi consolari nelle lontane periferie argentine; perfino la sperimentazione di un sistema di videochiamata whatsapp per presentare a Buenos Aires, con totale trasparenza, le richieste di cittadinanza: sono queste alcune delle misure concrete adottate nel 2019 per migliorare i servizi offerti dagli uffici consolari italiani alla comunità di italiani residenti.
È una comunità in costante crescita e che, come ribadito dai presidenti dei nove Comites riunitisi a Bahía Blanca, chiede un aumento delle risorse umane ed il potenziamento dei consolati, perché siano in condizione di dare risposte certe e più rapide alle migliaia di richieste quotidiane, dalla cittadinanza ai certificati anagrafici, al rinnovo dei passaporti.
A Bahía Blanca, dove proprio in questi giorni apre una nuova cattedra di lingua italiana alla Università Nazionale del Sud, si è discusso anche della collaborazione tra Comites, Consolati e Ambasciata per promuovere la cultura italiana e l’indispensabile coinvolgimento delle giovani generazioni per rinnovare il patrimonio unico della storica presenza italiana in Argentina. Pochi giorni fa a Mar del Plata è stata inaugurata la prima cattedra universitaria del mondo sulla italicità.
Alla riunione InterComites era presente anche il presidente di FEDITALIA, Julio Croci, il quale ha illustrato i presenti sull’organizzazione del Congresso dei Giovani di FEDITALIA, ce si terrà il 12 e 13 ottobre a Mar del Plata. Al riguardo l’amb. Manzo ha sottolineato l’importanza del rinnovamento nella collettività e la partecipazione dei giovani, per mantenere un legame sempre vivo tra l’Argentina e l’Italia.