L'Argentina di origine italiana

28-12-2017 | Attualitá

Dirigenti ed esponenti del PD riuniti a Bahía Blanca per darsi una strategia anche in vista delle elezioni di marzo

Hanno preso parte dirigenti del partito di Bahía Blanca, Mar del Plata, La Plata, Morón, Cordoba e altre località. Con loro Domenico Di Tullio, Piero e altri dirigenti della comunità italiana.

Una prima riunione per parlare dell’attualità e del futuro del Partito democratico in Argentina, per fissare una strategia per i prossimi dieci anni ma anche per i prossimi due mesi in vista delle elezioni politiche di marzo.

E’ stato l’obiettivo dei dirigenti ed esponenti della comunità italiana e del Partito democratico italiano che si sono riuniti a Bahía Blanca, città sede del Consolato generale d’Italia più esteso e piú a sud dell’Argentina, il 27 e 28 dicembre.

Infatti, pur se l’appuntamento elettorale proietta inequivocabile la sua ombra su tutte le attività politiche e sociali della nostra comunità, nelle intenzioni dei dirigenti che si sono riuniti a Bahía Blanca c’è la consapevolezza che solo una strategia di lungo termine può dare frutti duraturi per la comunità italiana e per i rapporti tra l’Italia e gli italici, cioè  italiani e discendenti residenti all’estero e quanti pur di altre origini e nazionalità, si sentono legati all’Italia per la sua cultura, la sua storia, la sua attualità.

Per dare il via a queste strategia, mettendo le basi ad un accordo quadro tra i progressisti, si sono riuniti: Guillermo Carlos Mambretti,  del Circolo di Bahía Blanca che ha fatto gli onori di casa; Carlos Malacalza del Circolo di La Plata e portando la delega del Circolo di Chascomus; Alberto Emilio Becchi, del Circolo Mar y Sierras, di Mar del Plata e con delega del Circolo di Mar Chiquita; Francesco Mattina, di Morón; Marisa Bianchettin, del Circolo regione centro, di Cordoba; Salvador Finocchiaro, coordinatore dell’Usef per l’Argentina; Domenico Di Tullio, rappresentante del Progetto Italici; Piero de Benedictis, rappresentante del Progetto America Viva; José Francisco Minetto, dirigente della comunità italiana della Provincia di La Pampa; Gennaro Vottola, dirigente dell’Associazione Regionale Campana di Mar del Plata; Pedro Pellegrino, segretario dell’Associazione Italiana di Morón e dirigente della Federazione di Mutualità e Cooperative della Provincia di Buenos Aires.

Frutto del dibattito, i presenti hanno accordato lavorare insieme nella promozione del Partito Democratico italiano in Argentina; costituire gruppi di lavoro sulle diverse aree di attività; lavorare ad un progetto a dieci anni, che tenga conto, tra l’altro, del prossimo appuntamento elettorale di marzo, di quelli successivi, delle proposte da presentare alla comunità e della necessaria formazione di una nuova generazione  di dirigenti per dare continuità allo sviluppo del progetto; sostenere operativamente e finanziariamente la struttura necessaria alla continuità del progetto avviato.

 

Comentarios

Envie sus Comentarios

Ingrese codigo de seguridad: